fbpx

“Le convinzioni hanno il potere di creare e il potere di distruggere.” – Tony Robbins

Le credenze limitanti hanno un enorme impatto negativo sul tuo potenziale. Niente può danneggiare così tanto la tua autostima e la fiducia in te stesso. Nemmeno gli errori che hai commesso o quello che pensano gli altri di te.

Noi tutti creiamo significati e “verità” attraverso l’interpretazione che diamo alle nostre esperienze. Costruiamo dei sistemi di credenze che riflettono il modo in cui filtriamo la realtà. Teorie, idee e supposizioni su come stanno le cose, sugli altri e su noi stessi.

Questi sistemi di convinzioni costituiscono le regole e i comandi psicologici della tua mente e del tuo sistema nervoso. Sono loro che modellano il tuo pensiero e, di conseguenza, il tuo processo decisionale.

Le convinzioni limitanti sono dunque dei pensieri, opinioni, convinzioni o idee negative, che possono riguardare te stesso, le persone che ti circondano o, più in generale, il mondo in cui vivi. La caratteristica di queste credenze è che diventano vere solo se ci credi. E nel momento in cui ritieni che siano vere, ti limitano in qualche modo.

Sul mio sito parlo spesso di come pensare positivo, ma a volte è importante connettere con i tuoi pensieri negativi, in modo da imparare a vincerli o riprogrammarli.

Il potere distruttivo delle convinzioni limitanti

Tutte le convinzioni o credenze si fondano su un set di regole psicologiche che hai “collezionato” nel corso della tua vita e delle tue esperienze. Credi qualcosa perché il tuo set di regole ti dice che quel qualcosa è accurato e ha senso. Pertanto, supponi che corrisponda alla verità.

Le tue regole psicologiche dettano ogni decisione che prendi. E dietro a ogni decisione si nasconde una credenza conscia o subconscia. Il problema sorge quando questa credenza è limitante.

Le convinzioni limitanti, infatti, possono avere un impatto negativo enorme sulla tua vita. In particolare:

  • Ti impediscono di riconoscere le tue capacità e di valorizzare il tuo potenziale.
  • Non ti fanno vedere le opportunità che si presentano ogni giorno.
  • Allo stesso modo, ti rendono incapace di accettare ciò che ti offrono gli altri.
  • Ti fanno focalizzare più sugli aspetti negativi delle cose.
  • Ostacolano la tua capacità di cambiare e di fare scelte differenti.

Un esempio lampante del potere delle convinzioni limitanti e negative è la perdita di peso. Spesso le persone che hanno un obiettivo di peso ideale provano un programma di perdita di peso dopo l’altro. Malgrado i soldi spesi e le energie investite, continuano a non avere successo, abbandonano o non mantengono un cambiamento duraturo.

Uno studio statistico ha dimostrato che negli Stati Uniti oltre 100 milioni di persone fanno da quattro a cinque tentativi all’anno di perdita di peso, spendendo più di 20 miliardi di dollari. Di quei 100 milioni, l’85% sono donne.

Un totale di ben 85 milioni di donne hanno frequentato corsi e palestre, comprato pillole dimagranti, assunto prodotti per la perdita di peso, o persino avuto interventi chirurgici. Tuttavia, i ricercatori hanno scoperto che meno del 20% è riuscito a raggiungere e mantenere i propri obiettivi di perdita di peso (fonte Società Americana per la Chirurgia Metabolica e Bariatrica).

I ricercatori hanno concluso che le convinzioni giocano un ruolo centrale nella capacità di raggiungere e mantenere un risultato positivo. Dunque, le persone devono innanzitutto esaminare i propri sistemi di credenze e la loro prospettiva di perdere peso, altrimenti non c’è farmaco o programma di allenamento che possa funzionare.

Questo vale per ogni obiettivo che ti sei prefissato. Per poterlo raggiungere (e prima di pensare di poterlo fare) devi innanzitutto focalizzarti sulle credenze limitanti che ti sono di ostacolo e capire come superarle.

Quali sono le credenze limitanti più frequenti

Per aiutarti a riconoscere e superare le convinzioni limitanti che ti impediscono di raggiungere il tuo potenziale, ho selezionato quelle più significative e comuni. Concentrati su di essere e cerca di capire se ti appartengono. In tal caso, è importante lavorarci al fine di riconoscere che non sono la verità assoluta, ma solo convinzioni.

“Non posso inseguire i miei sogni perché potrei fallire.”

à Il fallimento non è una sentenza definitiva e immutabile. Anche se fallissi, potresti sempre rialzarti e riprovare. Vedilo come un percorso di apprendimento.

“Non posso fidarmi della gente per timore che tradiscano la mia fiducia.”

à Magari alcune sì, ma non tutte le persone tradiranno la tua fiducia. Il dolore che provi per alcuni tradimenti, non è niente rispetto alla ricchezza che porteranno le persone giuste nella tua vita se gliene dai la possibilità.

“Se gli altri non credono in me, allora anch’io non devo credere in me.”

à Vedila al contrario: sei tu che devi credere in te per primo, gli altri seguiranno. E se non lo faranno, non ne avrai bisogno.

“Non posso essere il mio vero io o sarò giudicato.”

à La tua responsabilità è essere la migliore versione di te, non accontentare gli altri a costo di sacrificare chi sei.

“Non posso chiedere quello che voglio perché potrei ricevere un rifiuto.”

à Il rifiuto fa parte della vita, ma ogni “no” ti porterà più vicino a un “sì”. Vedilo come uno spunto per crescere e provare ancora di più.

“È troppo tardi per realizzare i miei sogni.”

à Un altro esempio di credenza fondata sull’irrazionalità. Infatti ci sono moltissime prove di persone che hanno realizzato i loro sogni più avanti nella vita. Se ci sono riusciti loro, puoi farlo anche tu!

Hai riconosciuto alcune di queste convinzioni limitanti? Impegnati a superare questo sistema di pensiero negativo.

Scarica la mia guida gratuita per raggiungere il tuo pieno potenziale e continua a seguire il mio sito per ricevere consigli utili sulla crescita personale.

Lascia un commento

Ricorda che le informazioni contenute in questo sito web e nel manuale hanno esclusivamente scopo formativo e non costituiscono alcun trattamento medico o psicologico. Se pensi di soffrire di problemi di natura mentale o fisica, ti consiglio di rivolgerti a uno specialista. Tutti i Contenuti che siano marchi, loghi o altri segni distintivi sono marchi registrati dalla Società Davide Caforio -P.I. 01740190093, o da terzi che ad esse hanno concesso i relativi diritti.