fbpx

Se hai difficoltà a essere felice e a sentirti appagato, forse è perché non sei riuscito ancora a trovare il tuo scopo nella vita. Scoprire le tue passioni e renderle il focus di quello che fai ogni giorno è indispensabile al fine di essere completo. Diversamente, senza una direzione chiara che ti entusiasmi, i tuoi obiettivi e le tue azioni potrebbero non soddisfarti mai appieno.

“Il mistero dell’esistenza umana non consiste nel rimanere vivi, ma nel trovare una ragione per vivere.” – Fedor Dostoevskij

Trovare la tua strada nella vita è l’unico modo per dare un senso alla vita stessa. Tutti noi abbiamo bisogno di quella ragione per vivere che faccia da stimolo per crescere e metterci alla prova.

Parlo per esperienza. So benissimo cosa voglia dire sentire la mancanza di uno scopo nella vita che ti faccia alzare la mattina con la voglia di fare. Però posso dire che lavorando su me stesso sono riuscito a tirarmi fuori da questa condizione di inerzia.

“Lavorare su te stesso” è proprio la parola chiave in questo caso. Perché per trovare lo scopo della propria vita è un percorso fatto di impegno, errori, scoperta e crescita personale. Tuttavia, il premio che puoi ottenere non ha prezzo, perché cambierà la tua vita una volta per tutte.

In questo articolo, ho creato una mini guida per trovare la tua strada nella vita.

Esercizi per scoprire il tuo scopo nella vita

Come ogni percorso di crescita personale, anche quello per trovare lo scopo della tua vita parte da un lavoro di introspezione. Ovvero di scoperta di te.

Naturalmente questo può risultare piuttosto dispersivo senza una guida chiara di quello che devi fare. Ecco perché ti propongo alcuni degli esercizi che faccio fare ai miei clienti in cerca della strada giusta.

1. Individua i 3 ruoli in cui ti identifichi di più

Questo passaggio serve a capire sia dove sei sia dove vuoi arrivare. Tutti noi ricopriamo uno o più ruoli nella vita. Quello del professionista, del genitore, dello sportivo, del marito o moglie, ecc.

Tuttavia, non è detto che tutti questi ruoli rispecchino chi sei realmente e cosa vuoi fare nella vita. Per questo ti invito a scrivere su un foglio i tre ruoli in cui ti identifichi di più in assoluto.

Dopodiché, a ciascun ruolo assegna tre valori che lo caratterizzano. Ovvero, tre aspetti indispensabili per svolgere quel ruolo al massimo del tuo potenziale e nel modo in cui vuoi realmente farlo. Ad esempio, nel caso del professionista, potrebbe essere fondamentale la presenza di autonomia.

2. Individua le 3-5 cose che ti appassionano di più

Scrivi le cose che ti appassionano di più e che non ti stuferesti mai di fare. Nel farlo, prendi in considerazione ogni aspetto della vita: dalle relazioni con gli altri, agli hobby, fino alle cose che ami studiare e conoscere più a fondo.

È importante che tu faccia questo esercizio in modo istintivo. In altre parole, rispondi “di pancia” (o ancora meglio di cuore), senza cadere in meccanismi mentali troppo complessi. Vedila così: se ci devi pensare, allora è probabile che non sia una vera passione!

3. Individua i 3-5 aspetti che ti riescono meglio

Cosa ti riesce naturale? Ognuno di noi ha un talento e sarebbe un peccato non valorizzarlo. O peggio ancora, non riconoscerlo del tutto.

Nel corso della tua vita avrai sicuramente notato che qualcosa ti riesce meglio e più facilmente di tutto il resto. Questo non significa che tu non abbia bisogno di allenare e rifinire queste attitudini, o che tu non le possa migliorare ulteriormente. Si tratta di sentire quell’istinto innato che ti dà una marcia in più in determinati ambiti.

Ecco, sono proprio questi gli aspetti di cui devi prendere nota. Scrivili sul foglio, sotto alle tue passioni.

4. Collega i punti.

Partiamo da un presupposto. Non tutte le passioni possono diventare il tuo scopo nella vita. Allo stesso tempo, però, il tuo scopo nella vita deve nascere da una passione.

La soluzione a questo teorema è un lavoro di selezione e associazione. Come? Incrociando quello che ti appassiona con quello che ti viene meglio. Analizza le tue risposte ai punti precedenti e individua quali sono gli elementi comuni. Ovvero, quegli aspetti, attività o ruoli in cui ti identifichi, che ti appassionano e che in cui puoi eccellere.

Per esempio, io mi riconosco nel ruolo di genitore, come guida di mia figlia, allo stesso tempo amo aiutare gli altri a crescere e a fare meglio, e sento di essere portato per la formazione. È così che sono riuscito a trovare la mia strada nella vita.

5. Crea il tuo motto di vita

Per completare questo percorso, hai bisogno di una spinta motivazionale. Nella mia esperienza, ho scoperto che può essere di grande aiuto creare un proprio motto di vita. Ossia, una specie di slogan d’incoraggiamento che ti ricordi in qualsiasi momento qual è il tuo scopo nella vita.

Può trattarsi della frase che preferisci, anche una divertente. L’importante è che tu ci creda veramente.

Una volta conclusi questi step, avrai finalmente trovato il tuo scopo nella vita.

Lascia un commento

Ricorda che le informazioni contenute in questo sito web e nel manuale hanno esclusivamente scopo formativo e non costituiscono alcun trattamento medico o psicologico. Se pensi di soffrire di problemi di natura mentale o fisica, ti consiglio di rivolgerti a uno specialista. Tutti i Contenuti che siano marchi, loghi o altri segni distintivi sono marchi registrati dalla Società Davide Caforio -P.I. 01740190093, o da terzi che ad esse hanno concesso i relativi diritti.